La scuola daito - 大東流

Jujutsu - Aikijujutsu - Kenjutsu

samurai takeda
sokaku
tokimune

  Breve storia della Scuola Daito yoshimitsu
La Daito-ryu è una antica e nobile Scuola giapponese di bujutsu, antica perché fu creata nel 1087 da Yoshimitsu Minamoto (1056-1127); nobile perché la sua genesi e la sua evoluzione si è svolta in parallelo con la storia del Giappone. Gli insegnamenti marziali furono trasmessi in segreto presso il Clan Takeda fino a quasi i giorni nostri. Il 36° Soke, Takeda Tokimune (1915-1993), decise di far conoscere al mondo queste meravigliose tecniche di difesa solo nel 1988 accettando i primi allievi stranieri e dando così il via alla diffusione nel mondo di questa arte. Tutte le tecniche di aikijujutsu praticate all'interno della Scuola sono le tecniche praticate dai bushi del Clan Minamoto (1100), poi dal Clan Takeda (1500) e per ultimo (fino al 1868) dal Clan Aizu. Esse sono state tramandate fino ai nostri giorni dalla famiglia Takeda. Scopo della Scuola Daito-ryu è di trasmettere fedelmente gli insegnamenti ricevuti da Tokimune Takeda (1916-1993), che a sua volta li ricevette da suo padre Sokaku Takeda (1860-1943), 35° successore della Scuola. La nostra Associazione, la Daitokai, segue e trasmette questa linea di trasmissione delle tecniche originarie attraverso gli insegnamenti di Kato Shighemitsu (1940-2013) ed Arisawa Gunpachi; due dei maggiori studenti senior di Tokimune che hanno studiato per oltre 40 anni assieme a lui.


  Takeda Sokaku (1860-1943) Takeda Sokaku
Sokaku, il secondogenito di Sokichi, era nato nel castello Ise-gu Takeda di Aizu-Onike il 10 ottobre del primo anno dell'epoca Banen (1860). Apprese dal padre Sokichi il Kenjutsu, il Bojutsu, il Sumo e il Daito-ryu e, da Shibuya Toma del dojo Yokikan, l'Ono-ha Itto-ryu. Nell'anno 31° dell'epoca Meiji (1898) anno ereditò ufficialmente l'arte del Daito-ryu aikijujutsu da Hoshina Chikanori (Tanomo Saigo). In seguito Sokaku, viaggiando per tutto il Paese, si impegnò molto per far conoscere il Daito-ryu Aikijujutsu e l'Ono-ha Itto-ryu, e per questo è un personaggio molto importante nella storia e per la diffusione del Daito-ryu. Tra i suoi 30.000 allievi ci sono anche Saigo Judo, Shimoe Shutaro , esperto nella spada, Ueshiba Morihei, fondatore dell'Aikido, e considerato, assieme a Yukiyoshi Sagawa, uno dei suoi migliori allievi. Tanti ufficiali delle forze militari terrestri e della marina, giudici, procuratori, poliziotti, praticanti di budo. Alla sua morte (1943) il titolo di Soke fu ereditato dal suo terzo figlio: Takeda Tokimune.


  Takeda Tokimune (1916-1993) Takeda Tokimune
Tokimune nacque nell'anno 5 dell'epoca Taisho (1916) a Shimo Yubetsu in Hokkaido come terzogenito di Sokaku. Ebbe delle lezioni severe dal padre Sokaku nel Kenjutsu e nel Daito-ryu Aikijujutsu; mentre lo seguiva [nei suoi viaggi] gli faceva da aiutante nell'insegnare il Daito-ryu. Già dall'etá di 7 o 8 anni si allenava e imparava le tecniche del Daito-ryu Aikijujutsu e dell'Aikitachi kenjutsu. Nell'anno 7 dell'epoca Showa (1932) per vari motivi divenne il primogenito a livello anagrafico e anche il successore di Takeda Sokaku Sensei. All'etá di circa 18 anni, seguendo il padre, viaggiava in diverse città e insegnava le tecniche del Daito-ryu Aikijujutsu, come assistente istruttore, alla polizia o alle squadre di sicurezza interna militari. Rimanendo a Osaka per circa 4 anni, come sostituto di suo padre, tenne delle lezioni come quelle tenute negli ultimi tempi da Sokaku Sensei presso la sede del giornale Asahi, insegnando esclusivamente ai piú volenterosi e possessori di un alto grado dan nel judo o nel kendo. Dopo la morte di Sokaku Sensei, nell'aprile dell'anno 18 dell'epoca Showa (1943), Tokimune succedette al padre come 36° Soke.

   La Scuola in Italia è presente attraverso l'associazione   DAITOKAI INTERNATIONAL   img